Divorzio in contesto transfrontaliero: competenza e procedimento

SCHMUCKBILD + LOGO

INHALT

BREADCRUMB

Competenza in materia matrimoniale

 

Il regolamento 2201/2003 definisce le norme di competenza che determinano lo Stato membro in cui pu˛ essere avviato il procedimento in materia di divorzio, separazione personale o annullamento del matrimonio. Si tratta solo di norme di competenza internazionale: sono le norme procedurali nazionali a determinare l'autoritÓ giurisdizionale o il tribunale specifico competente per un dato caso all'interno di uno Stato membro.

Le norme di competenza internazionale presenti nella legislazione dello Stato membro non sono, di norma, applicabili se uno dei coniugi risiede abitualmente nel territorio di uno Stato membro, se ha la cittadinanza di uno Stato membro o se, nel caso del Regno Unito e dell'Irlanda, ha il proprio "domicile" nel territorio di uno di questi Stati membri (art. 6).

Chart on the principle of Article 6 Brussel II bis
Descrizione dell’immagine

A titolo eccezionale, le norme nazionali sulla competenza internazionale entrano tuttavia in gioco qualora nessun giudice di uno Stato membro sia competente, in materia, ai sensi della disposizione sulla competenza residua di cui all’articolo 7.(vedere Domanda A. 2 delle sezioni nazionali). Tale norma Ŕ stata chiaramente definita dalla CGE nella causa Sundelind Lˇpez (Causa C-68/07).

Chart on the Exception of Article 7 - residual jurisdiction
Descrizione dell’immagine

L’articolo 3 del regolamento Bruxelles II bis fissa sette criteri per assegnare la competenza alle autoritÓ giurisdizionali degli Stati membri. Tali criteri non si collocano in alcun ordine gerarchico, ma intervengono in modo alternativo. L'autoritÓ giurisdizionale di uno Stato membro dichiara d'ufficio la propria incompetenza, se investita di una controversia per la quale il regolamento non prevede la sua competenza e per la quale, in base al regolamento, Ŕ competente un'autoritÓ giurisdizionale di un altro Stato membro (articolo 17). Qualora nessuna autoritÓ giurisdizionale di uno Stato membro sia competente, in virt¨ del regolamento, l'autoritÓ giurisdizionale richiesta pu˛ acquisire la competenza sulla base delle proprie norme nazionali di procedura civile internazionale (competenza residua: art. 7, vedere Domanda A. 2 delle sezioni nazionali).

Chart on the preliminary negative test of the seized court's jurisdiction
Descrizione dell’immagine

La disponibilitÓ cosý ampia di criteri di competenza potrebbe portare alla situazione in cui pi¨ Stati membri siano competenti a trattare lo stesso caso. Una volta avviati diversi procedimenti in pi¨ Stati membri in merito allo stesso matrimonio, si applica la norma della litispendenza di cui all'articolo 19.1. Tale norma interviene anche nei casi in cui le azioni del primo e del secondo procedimento divergano, e un procedimento si occupi di separazione personale e l’altro di divorzio o annullamento del matrimonio.

La disposizione in materia di litispendenza applica la regola prior tempore. L’autoritÓ giurisdizionale successivamente adita deve sospendere il procedimento fino all’accertamento della competenza a trattare il caso dell'autoritÓ giurisdizionale preventivamente adita. In questo caso, l'autoritÓ giurisdizionale preventivamente adita tratta il caso e l'autoritÓ giurisdizionale successivamente adita declina la propria competenza a favore della prima. In tal caso, la parte che ha proposto l’azione in questione dinanzi all'autoritÓ giurisdizionale successivamente adita pu˛ proporre la stessa azione dinanzi all’autoritÓ giurisdizionale preventivamente adita. L’articolo 16 determina quando un’autoritÓ giurisdizionale si considera adita.

I criteri di competenza di cui all’articolo 3 possono essere classificati in base al fattore principale utilizzato come criterio di competenza, residenza abituale o cittadinanza.

Grounds of international jurisdiction for divorce, legal separation and marriage annulment
Descrizione dell’immagine